Un antidoto alla Tv: la meditazione

Non ha vinto la cultura,

non hanno vinto i libri,

non hanno vinto i corsi,

non hanno vinto i documentari.

 

Non ha vinto la psicologia,

la psicoanalisi,

la psicoterapia,

la psicologia umanistica e quella sociale.

 

Non ha vinto la Storia,

i fatti accaduti e i dolori passati,

le vite di chi ha lottato per darci la possibilità di elevarci.

Ha vinto la Tv.

L’essere passivamente semplici spettatori della nostra vita.

E della nostra rovina.

 

La meditazione potrebbe essere l’antidoto,

la porta verso un mondo più giusto.

Ma forse la scopriremo solo

quando non avremo nient’altro da fare.

Quando perfino la Tv sarà un lusso.

 

Anche quella è una strada come un’altra.