Costellazioni familiari e aziendali

Le costellazioni familiari consentono di individuare e risolvere difficoltà relazionali, professionali, imprenditoriali. 

Le costellazioni familiari nascono dal genio dello psicoterapeuta tedesco Bert Hellinger, che ha saputo fondere diverse discipline assieme nell’ambito della psicoterapia per lavorare sui campi “morfogenetici” o di “coscienza”.


Ma cosa significa “campi morfogenetici”? Cosa sono? Cosa sono i campi di coscienza di cui si parla nelle costellazioni familiari?

I campi morfogenetici sono campi di coscienza, che accomunano i membri di una famiglia, di un gruppo, di una specie del mondo anche animale e vegetale. 

Tutto ciò che i membri di quel gruppo vivono e sperimentano, rimane impresso in questa specie di “campo di coscienza”, e accade così anche alle famiglie, soprattutto per gli episodi delle ultime tre generazioni.

Con le costellazioni familiari potrai quindi individuare quali memorie della tua famiglia di origine creano difficoltà nella tua vita per guarirle e permetterti di raggiungere quegli obiettivi che ti stanno a cuore. 


Come puoi fare la tua costellazione familiare?

Puoi fare delle costellazioni in gruppo, con persone fisiche che fungeranno da rappresentanti per le persone della tua famiglia, puoi anche fare una costellazione individuale. 
Consiglio a tutte le persone di fare una costellazione individuale anche se hanno già fatto costellazioni di gruppo, perchè le costellazioni individuali consentono di scendere molto in profondità ma richiedono molto tempo e non posso spaziare su tutta la famiglia. Le costellazioni individuali invece possono spaziare ma hanno il limite che spesso non riescono a scendere così in profondità. 
L’abbinamento delle tue tecniche consente quindi di ottenere maggiori risultati. 

Puoi quindi prenotare una sessione individuale in studio o online di costellazioni familiari e aziendali mandando una richiesta a info@alessandrodorlando.it 
 

Per restare aggiornato sui prossimi gruppi di costellazioni familiari iscriviti alla Newsletter. 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp