Anche a te, do un posto nel mio cuore

Il video che posto qui è per una meditazione sui morti di tutte le epoche – recenti e passate – la cui memoria si voleva cancellare.

Ricordiamo quindi le vittime,

dimenticando i carnefici

e dimenticando i fatti.

I fatti faranno i conti con i carnefici,

i carnefici faranno i conti con le vittime,

un giorno ci sarà il riavvicinamento, senza che i vivi possano decidere quando e come.

Forse l’unica cosa che possono fare è ricordare solo le vittime.

E’ forse l’unico modo per non farsi prendere dalla rabbia che avvicina al carnefice,

E’ forse l’unico modo per vedere chi si è voluto cancellare, come se non fosse mai esistito.

E’ forse l’unico modo per completare quel senso dell’esistenza che verrà sempre a mancare, finché faremo finta che queste cose non accadano, non siano mai accadute, non accadranno mai più.

L’amore è la giusta eredità dei morti, non la rabbia o l’indignazione.

Nell’amore completiamo il loro sacrificio, raccogliamo la loro eredità.

http://www.youtube.com/watch?v=77ugry-M40M&feature=player_detailpage