Il valore sociale del disadattamento

La società ha bisogno di gente strana.

Persone che amino meditare in posti di pace,

che sappiano vivere senza tv in casa,

con poca musica – scelta

e poche notizie – scelte.

Capaci di rigettare le schifezze che ingoia per non sentire, per reggere una vita in tutta la sua drammaticità.

Ha bisogno di persone che amino stare da sole e anche in compagnia,

che non siano ossessionate dal lavoro, dai soldi e dalla carriera,

che pensino anche al pane spirituale oltre che a quello materiale

come a un pane altrettanto importante.

Che rifiutino di seguire qualcuno,

che amino piuttosto creare assieme a qualcuno…

Che amino creare un mondo migliore con quello che sanno fare e le proprie qualità.

Ha bisogno di persone che sappiano vedere senza ingenuità alle cose di ogni giorno, anche a costo di vedere

cose che normalmente sembrerebbero cose da film ai più…

Ha bisogno di persone che sappiano vedere alle conseguenze delle proprie azioni e dei propri pensieri fino a 7 generazioni indietro e fino a sette generazioni avanti.

Senza geste disadattata come questa l’umanità non avrebbe che barbarie davanti.